A EDDIE MURPHY IL MARK TWAIN PRIZE

Eddie Murphy vince il Mark Twain Prize, prestigioso riconoscimento umoristico giunto alla diciottesima edizione.

Stasera al Kennedy Center Concert Hall i grandi dell’umorismo americano e mondiale (fra i tanti ci saranno Dave Chappelle, Arsenio Hall, Joe Piscopo, Chris Rock) saranno tutti presenti per celebrare Eddie Murphy, insignito del Mark Twain Prize for American Humor.


30673851_mtp_web_banner

Del Mark Twain Prize viene insignito il comico che ha avuto un impatto sulla società americana in modo simile all’illustre scrittore e saggista del 19° secolo Mark Twain. Di Mark Twain si ricordano massime indimenticabili come:

“Comprate terreni: non ne fabbricano più.”
“Se non riuscite ad ottenere un complimento in nessun altro modo, piuttosto che niente pagatelo.”

Personalmente assegnerei a Eddie tutti i Mark Twain Prize passati e quelli a venire solo per aver recitato in una Poltrona per Due, film che era stato pensato per il duo comico Gene Wilder – Richard Pryor, per Harlem Nights e soprattutto per il delirio che ci ha donato in Nudi e Crudi.

Ma per l’ammirazione a questo genio dell’umorismo gli attribuirei anche opere altrui come Le avventure di Huckleberry Finn‎ e Le avventure di Tom Sawyer‎ scritte appunto da Mark Twain.

Ed ecco a voi tutti i vincitori del Mark Twain Prize. Sei in ottima compagnia Eddie!

 

LETTURE CONSIGLIATE:

censurato

 

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On