AL POSTO TUO

 

AL POSTO TUO

Regia:  Max Croci Con: Luca Argentero, Ambra Angiolini, Stefano Fresi, Serena Rossi, Grazia Schiavo, Fioretta Mari, Carolina Poccioni, Marco Todisco, Gualtiero Burzi, Pia Lanciotti, Giulia Greco, Nicola Stravalaci, Roberta Mengozzi, Angela Melillo. Genere: Commedia,  Durata:  90 min. Nazione, anno:  ITA. Uscita: 29 settembre 2016.

AL POSTO TUO

AL POSTO TUO – SINOSSI
Luca Molteni è un uomo affascinante, single per scelta e ha un gran successo con le donne. Rocco Fontana è sposato con Claudia, ha tre figli, una casa in campagna ed è perennemente a dieta. Uno è un preciso geometra, l’altro un estroso architetto. Hanno in comune solo una cosa: il lavoro. Entrambi direttori creativi di due aziende di ceramiche e sanitari sull’orlo della fusione, si sfideranno per conquistare l’unico posto di Responsabile nella nuova società. Le qualità dell’uno sembrano mancare all’altro e proprio per questo l’azienda decide di far loro una “proposta indecente”: un vero e proprio “scambio di vite” per cercare di capire (e accettare!) le rispettive abitudini e gli immancabili i segreti.

al-posto-tuo-800

Al posto tuo, me andrei a magnà na pizza


AL POSTO TUO- RECENSIONE
Lo scambio di vite fra due personaggi
: delle volte mi chiedo, ma questo espediente da chi è stato usato la prima volta? Shakespeare, Ulisse, il Creatore ai tempi della Creazione? Detto ciò, Al Posto Tuo più che un film sembra una sit-com. Non tanto per i tempi comici, che ci possono pure stare, ma perché più che dalla realtà sembra pescare dalla reality televisiva. Ma mica dalle serie TV fighe di Netflix. Sembra pescare dalla grande fiction della Rai, quella che ci fa credere che i poliziotti sono sempre giusti e i preti girano sempre in bicicletta. Insomma un film poco originale, pensato per le casalinghe disperate, che strappa pure qualche risata ma che insomma, a tratti imbarazza per la banalità delle situazioni.

 

 

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On