BEATA IGNORANZA

 

BEATA IGNORANZA

Regia: Massimiliano Bruno. Con: Alessandro Gassmann, Marco Giallini, Valeria Bilello, Carolina Crescentini, Teresa Romagnoli, Guglielmo Poggi. Genere: Commedia.  Durata: 102 min. Nazione, anno:  Italia, 2017. Uscita: 23 febbraio 2017.

BEATA IGNORANZA

BEATA IGNORANZA – SINOSSI
Due nemici/amici, insegnanti di liceo, si sfidano su un tema molto contemporaneo: ha un senso questa dipendenza dai social network? È vera comunicazione o solo condivisione di superficialità? Diverse le idee dei protagonisti del film: se Gassmann è assolutamente integrato nella modernità, Giallini è un uomo all’antica sostenitore dei “vecchi tempi”. 

BEATA IGNORANZA – RECENSIONE
Dopo aver esaminato le differenze fra Nord e Sud al limite della scarnificazione di zebedei, forte del successo di Perfetti Sconosciuti, il nuovo filone del cinema italiano parte dai complessi logaritmi di Smartphone e Rete per capire quanto questi influenzino le nostre vite reali. Come in nei vari film basati sui superficiali contrasti fra terroni e polentoni, qui il contrasto è fra vita Reale e Virtuale.

Ci sono dei problemi nella struttura narrativa, un po’ tortuosa, ma essendo i due protagonisti Gassmann e Giallini dei veri mattatori, letteralmente strepitosi nel ruolo di cane e gatto, il film risulta veramente divertente e piacevole. Però mi raccomando, non scaricatelo illegalmente, ma andate al cinema!!!!

 

 

 

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On