BORIS, IL FILM (ERA ORA)

 

È ufficiale: il primo aprile esce il lungometraggio. E non è uno scherzo

In prima battuta Boris Il Film sarebbe dovuto uscire nei cinema il 20 novembre scorso. Dopo mesi di buio, ora apprendiamo che il lancio ufficialissimo è previsto per il primo aprile 2011. E i ritardi di produzione non hanno abbassato l’hype intorno alla Fuoriserie Italiana (questo è il sottotitolo della sit-com), che è la trasposizione cinematografica di uno dei serial TV italiani più divertenti degli ultimi anni, trasmesso dal canale satellitare Fox e Cielo. I protagonisti sono grosso modo gli stessi, con Francesco Pannofino nei panni del regista Ferretti, Paolo Calabresi, Antonio Catania, Alessandro Tiberi, Caterina Guzzanti e via via tutti gli altri surreali componenti di troupe e cast della “fiction nella fiction”. I registi sono invece gli autori della serie, un triumvirato composto da Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo.

Semiseria, e non poteva essere altrimenti, la presentazione della pellicola: “Il regista René Ferretti molla la brutta fiction tv che ha fatto per anni e tenta il grande salto: un film d’autore, per il cinema. Insomma, la libertà artistica dopo una carriera asservita al conservatorismo televisivo. Ma il mondo del cinema con i suoi snobismi può essere perfino peggio di quello della TV. Soprattutto per una troupe, quella di Ferretti, a dir poco estranea all’Arte con la A maiuscola. Tra cinematografari snob, attrici nevrotiche, sceneggiatori modaioli, eroinomani, squali e improvvisati vari, Boris Il Film mette a nudo un mondo, quello del cinema italiano, che aspira a una nuova giovinezza e vive invece solo una perenne immaturità”. 

Carlo Amatetti

Author: Carlo Amatetti

Carlo Amatetti è l'editore di Sagoma, casa editrice specializzata in comicità e humour. Combatte da sempre per l'idea che anche la comicità debba entrare a buon diritto nell'ambito della cultura. Sorprendendosi che si debba ancora farlo...

Share This Post On