CARLO VERDONE: 60 ANNI UN SACCO BELLI!

 

L’attore romano taglia il traguardo delle sessanta candeline

Il 17 novembre Carlo Verdone compie i suoi primi 60 anni. E non si può dire che siano stati riposanti: il comico romano è stato tutto – regista, sceneggiatore, attore, produttore, doppiatore – un uomo di cinema a tutto tondo che ha girato 23 film, ne ha interpretati 37 e sceneggiati 23. Ma ancora non ha perso la voglia di far ridere la gente (e meno male).

Inizia negli anni Settanta con una lunga gavetta nei cabaret della capitale, poi nel 1980 approda al doppio ruolo di regista- protagonista in Un Sacco Bello, prodotto dall’inventore degli spaghetti western (e suo mentore personale) Sergio Leone. È l’inizio di un’escalation inarrestabile: il grande pubblico conosce così il coatto Enzo, il goffo Leo, che non può fare a meno di alzare gli occhi al cielo quando pensa, Padre Severino, l’hippie Ruggero e il suo indimenticabile tormentone: “in che senso?”. Negli anni seguenti altre macchiette si aggiungono al curriculum, ad esempio l’inopportuno puntualizzatore di Bianco, Rosso e Verdone Furio Zoccaro.

A cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta, Verdone si allontana temporaneamente dalle maschere dirigendo i suoi sforzi verso una commedia all’italiana aggiornata ai nostri tempi, una fase che produce il corale Compagni di Scuola, il preferito dallo stesso Verdone, Stasera a Casa di Alice con Ornella Muti, Maledetto il Giorno che t’ho Incontrato con Margherita Buy e Perdiamoci di Vista con Asia Argento. Ma il pubblico non ha mai dimenticato i personaggi simbolo che il comedian-cineasta, a furor di popolo, è tornato a interpretare a più riprese nel già citato Viaggi di Nozze, in Gallo Cedrone e in Grande, Grosso e Verdone. Auguri Carlo, cento di questi film.

30 anni di tormentoni verdoniani

  • Magda io ti amo, tu mi ami? Lo vedi che la cosa è reciproca? – Furio in Bianco, Rosso e Verdone
  • ’O famo strano? – Ivano in Viaggi di Nozze
  • Sei proprio un regazzino, pieno de complessi, pieno de paure! – Enzo a Sergio in Un sacco bello  
  • Sta mano po esse fero e po esse piuma: oggi è stata piuma – Mario Brega dopo un’iniezione alla Sora Lella in Bianco, Rosso e Verdone
  • A Sé… ma come caaaazzo parli? – Augusto in Borotalco
  • Comunque ragazzi, prima che ve ne andate via io ve devo fa’  tre appunti: primo nun v’applicate, secondo nun scaricate, terzo quanno me pagate? – Rolando in Acqua e Sapone
  • No de profilo no! Nun lo posso vedè! Portatelo, portatelo via! È teribbile! È teribbile! – Walter in Compagni di Scuola
  • Famolo normale! E com’è normale? – Moreno in Grande, Grosso e Verdone
  • Pronto? No, non mi disturba affatto, mi dica! – Raniero Cotti Borroni in Viaggi di Nozze 
  • Lo sai che c’hai un bel sito? Te c’hanno mai cliccato sopra? – Armando Feroci in Gallo Cedrone

 

Carlo Amatetti

Author: Carlo Amatetti

Carlo Amatetti è l'editore di Sagoma, casa editrice specializzata in comicità e humour. Combatte da sempre per l'idea che anche la comicità debba entrare a buon diritto nell'ambito della cultura. Sorprendendosi che si debba ancora farlo...

Share This Post On