CHI M’HA VISTO

 

Chi m’ha visto

Regia: Alessandro Pondi. Con: Beppe Fiorello, Pierfrancesco Favino, Francesco Longo e Mariela GarrigaGenere: Commedia.  Durata: 105 min. Nazione, anno:  Italia, 2017. Uscita: 28 settembre 2017.

Chi m’ha visto

Chi m’ha visto – SINOSSI
Martino Piccione (interpretato da Beppe Fiorello) è un chitarrista di origini pugliesi, costretto a far da supporto a musicisti famosi, stando sempre dietro le quinte e in seconda fila. Dopo una tournée decide di ritornare nel suo paese natale: Ginosa. Nessuno comprende il suo talento e il suo amore per la musica. Tutti lo reputano un nulla facente, tranne una persona: Peppino Quaglia. Peppino Quaglia, (interpretato da Pierfrancesco Favino), è un suo compaesano ciarlatano dal carattere irriverente e schietto.
Quaglia però, sembra l’unico a comprendere realmente la sua passione per la musica. Un giorno Martino decide di sparire per attirare l’attenzione su di lui, così il suo compaesano, divenuto ormai amico, decide di aiutarlo a modo suo.

 

Chi m’ha visto – RECENSIONE
Beppe Fiorello insieme a Pierfrancesco Favino formano una coppia che funziona bene, dove si evince una perfetta complicità, ma al contempo formano anche una coppia del tutto inaspettata che esce dagli schemi classici delle “solite” commedie italiane.
Forse questa scelta non è stata del tutto casuale, ma è stata ben ponderata allo scopo di ampliare il target di pubblico.
Sparire per “esistere” può essere la frase che meglio riassume il film. Infatti in un certo senso Martino Piccione è simbolo di quella timida schiera di persone che sono messe in ombra da altri e che vivono in una società dove l’apparire è più importante dell’essere.

 

Author: Laura Bosisio

Share This Post On