DUE UOMINI E MEZZO CHIUDE

Due uomini e mezzo non vedrà una tredicesima stagione. La sitcom cult che oggi vede come protagonisti Ashton Kutcher e Jon Cryer, chiuderà i battenti alla fine di questa dodicesima stagione come ha confermato il presidente della CBS entertainment Nina Tassler.

Sitcom di lunghissimo corso (il primo episodio è andato in onda il 22 settembre 2003), e di indubbio successo (con 13-16 milioni di spettatori per stagione), ha vissuto negli ultimi anni i consueti psico-drammi da fine progetto.

due uomini e mezzo chiude

Il primo “problemino” è sorto quando l’ex star della serie, Charlie Sheen, ha cominciato ad andare di matto nell’ottava stagione, inizialmente messa in pausa, e poi definitivamente conclusa dopo soli 16 episodi. Nei giorni successivi Sheen ha iniziato a provocare il creatore della serie Chuck Lorre con commenti antisemiti e chiedendo uno stipendio di 3.000.000 di dollari per episodio, dichiarando di essere sottopagato. Inevitabile l’epilogo: il 7 marzo 2011 l’attore è stato «licenziato con effetto immediato» dalla Warner Bros. L’attore è stato sostituito da Kutcher.

Un’altra botta è stata assestata allo show da Angus T. Jones che, dopo non aver fatto neppure un’apparizione nell’11sima stagione, ha cominciato a sparare ad alzo zero sullo show, accusandolo di ogni cosa in un delirio iper-religioso. La CBS non ha fatto una piega e ha spedito il suo personaggio in Giappone sostituendo l’attore con Amber Tamblyn, nei panni della figlia lesbica del personaggio (defunto) che fu di Sheen.

Ma ora è giunta la fine, dopo 9 Emmy Award e un successo comunque mai calato. Lorre ha promesso una bella sorpresa per il gran finale.

Author: Carlo Amatetti

Carlo Amatetti è l'editore di Sagoma, casa editrice specializzata in comicità e humour. Combatte da sempre per l'idea che anche la comicità debba entrare a buon diritto nell'ambito della cultura. Sorprendendosi che si debba ancora farlo...

Share This Post On