DURI SI DIVENTA

Se La 25 Ora di Spike Lee fosse in film comico sarebbe Duri si Diventa.

Regia: Etan Cohen. Interpreti: Will Ferrell, Kevin Hart, Alison Brie, T.I., Craig T. Nelson. Genere: commedia. Durata: 100 min. Nazione, anno: USA, 2015. Uscita: 1 luglio 2015.

DURI SI DIVENTA – SINOSSI E RECENSIONE

DURI SI DIVENTA – SINOSSI

James (Will Ferell) è un miliardario della finanza incastrato dal padre (nonché capo) della sua futura moglie  e condannato ad andare in un carcere di massima sicurezza per 10 anni. Terrorizzato, decide di sfruttare i 30 giorni che lo separano dalla galera per allenarsi alla vita dietro le sbarre, e per farlo assume il primo afroamericano che incontra, il quale ovviamente non sa nulla di prigioni, ma finge per scucire a James un bel gruzzolo soldi.

Alto bianco / Basso nero. Sconvolgiamo il luoghi comuni con Ferrell e Hart

Alto bianco / Basso nero. Sconvolgiamo il luoghi comuni con Ferrell e Hart

 

DURI SI DIVENTA – VI DICIAMO LA NOSTRA

Con scene di idiozia quasi surreali – che divertono perché imbarazzano –  Will Ferrell sfrutta alla grande il suo umorismo di situazione, l’innata capacità di entrare in una scena e sconvolgere lo stato delle cose. James, il protagonista del film è un personaggio sgradevole e tendente al negativo, un idiota che fa del male alla società oltre che a se stesso. Darnell (Kevin Hart), che agli occhi di James incarna tutti i luoghi comuni degli afroamericani che vivono nel ghetto, capisce subito che razza di idiota ha davanti e ne approfitta per far fare un salto di qualità alla sua vita.

Il film sembra sfruttare gli stereotipi sulle classi sociali americane, poi la sua trama, prima centrata su un conto alla rovescia verso la galera, si spostata sull’amicizia con le gang criminali e infine su un finale d’azione. Il risultato? Il film coinvolge molto di più rispetto alle strutture narrative molto semplici a cui Ferrell ci ha abituato e comunque un Ferrell letteralmente gigantesco dona ritmo al film con il suo humor sgangheratamente magistrale. Duri si Diventa farà certamente godere chi ama questo genere di pellicole demenziali americane.
E fortunatamente sono in tanti!

 

VUOI LEGGERE I MIGLIORI LIBRI SULLA COMICITÀ MONDIALE? VIENI SU WWW.LIBRIDIVERTENTI.IT.

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On