FUGA DA REUMA PARK

 

FUGA DA REUMA PARK

Regia: Aldo, Giovanni, Giacomo, Morgan Bertacca. Con: Aldo, Giovanni, Giacomo, Silvana Fallisi, Salvatore Ficarra. Valentino Picone, Carlotta Natoli. Genere: Commedia.  Durata: 80 min. Nazione, anno:  ITA, 2016. Uscita: 15 dicembre 2016.

FUGA DA REUMA PARK

FUGA DA REUMA PARK – SINOSSI

fuga da reuma parkNon ci troviamo sulla Terra, ma sul pianeta Aldo Giovanni e Giacomo tra 25 anni. Qui tutto può succedere. Giacomo è in sedia a rotelle. Giovanni ha la memoria che fa cilecca. Aldo viene abbandonato dai figli proprio la mattina di Natale. Si ritrovano tutti lì, al Reuma Park, una casa di ricovero improvvisata all’interno di un Luna Park dismesso, dove imperversa l’energica Ludmilla, un’infermiera russa taglia XXL. Arresi? Perduti? Tutt’altro: la notte di Natale, mentre al Reuma Park si fa festa il trio mette in atto una rocambolesca fuga per raggiungere Rio de Janeiro.

FUGA DA REUMA PARK – RECENSIONE
Più che un film, una celebrazione. Il trio che con alterne fortune cinematografiche ha fatto ridere spettatori e botteghini negli ultimi 20 anni, porta sullo schermo un film surreale, in cui vengono riproposte le loro migliori gag teatrali. Aggiungo (con tono acre), come ormai avviene un po’ troppo frequentemente. Soprattutto nei loro ultimi lavori. Questa volta però ci sta, visto che il film è anche un’opera celebrativa della loro carriera, che ha raggiunto picchi decisamente più alti di Fuga da Reuma Park, che tutto sommato è un divertente film per dei vecchi arzilli che non hanno perso il gusto per il surreale.

 

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On