FUNERALI SENZA FINE

 

Tre anni dopo Funeral Party torna il remake con Martin Lawrence e Chris Rock.

Gli ingredienti di Death at a Funeral sono gli stessi del film originale: la famiglia si riunisce per il funerale del patriarca, ma la situazione si complica con l’arrivo dell’amante gay del defunto, intenzionato a ricattare i congiunti. Lo sceneggiatore, Dean Craig, è lo stesso di allora e pure il titolo è identico, con la differenza che in Italia la pellicola venne poi ribattezzata Funeral Party. Cosa c’è di diverso dunque in questo Death at a Funeral? Per cominciare l’originale era inglese, qui invece siamo di fronte a un rifacimento all’americana e che potrebbe anche portare a qualcosa di interessante. La regia non è più di Frank Oz ma di Neil LaBute, discreto sceneggiatore e regista, e il cast annovera due pesi massimi e mezzo della comicità africano americana: Martin Lawrence, Chris Rock e Tracy Morgan (il mezzo) si preoccuperanno di far “morire” dal ridere gli spettatori mentre la sciantosa Zoe Saldana attirerà i maschietti nelle sale come tante sardine nella rete.

Insomma il “funerale” promette piuttosto bene, poche lacrime e tante risate. Peccato che da noi il film arriverà in una data un po’ infelice, il 14 luglio (in Usa il 16 aprile), quando i cinema tendono alla desertificazione.

Carlo Amatetti

Author: Carlo Amatetti

Carlo Amatetti è l'editore di Sagoma, casa editrice specializzata in comicità e humour. Combatte da sempre per l'idea che anche la comicità debba entrare a buon diritto nell'ambito della cultura. Sorprendendosi che si debba ancora farlo...

Share This Post On