GOMORROIDE

 

GOMORROIDE

Regia: I Ditelo Voi. Con: I Ditelo Voi, Gianni Ferreri, Lavinia Biagi, Francesco Procopio, Elisabetta Pellini, Francesco Paolantoni, Maurizio Casagrande Genere: Commedia, Comico, Parodia.  Durata: 97 min. Nazione, anno:  Italia 2016. Uscita: 09 marzo 2017.

GOMORROIDE

GOMORROIDE – SINOSSI
La camorra è in ginocchio. Il merito di questo inaspettato declino è del più grande fenomeno mediatico degli ultimi anni: Gomorroide, un telefilm comico che prende in giro la spietata organizzazione criminale. Grazie alla frizzante irriverenza della serie, la gente ha meno paura della malavita e si ribella ai piccoli soprusi che prima subiva. Il successo travolgente del telefilm, trasforma i tre attori, interpreti dei feroci e strampalati camorristi, in vere e proprie star. Quando all’emittente televisiva viene recapitata una busta con tre proiettili indirizzata agli attori, nessuno prende veramente sul serio quell’intimidazione. Almeno finché un divertente susseguirsi di eventi ed equivoci, costringerà il trio, loro malgrado, ad entrare in un programma di protezione che li sballotterà su e giù per l’Italia. Ma la camorra, accusata ingiustamente, non resterà con le mani in mano…

GOMORROIDE – RECENSIONE
Trasposizione cinematografica delle gag che il trio de I Ditelo Voi mette in scena sul palco nazional-meridionale di Made in Sud. Il film è una parodia della serie TV Gomorra, ma ha nella sua faretra anche frecciate dirette verso La Grande Bellezza del conterraneo Sorrentino.  Rispetto a quanto I Ditelo Voi portano in TV, il film vanta dei tempi comici un più serrati e meno irritanti, scevri delle pause piacione e dell’eccessivo gigioneggiare che il trio porta in scena sui palchi della Rai. Il più la comicità surreale di un Francesco Paolantoni sempre fuori luogo ed inopportuno crea una sottotraccia comica che si spera arrivi a tutti gli spettatori. Anche se la formula dei comici TV prestati al cinema per film che si rivolgono esplicitamente a una determinata fetta di pubblico sembra avere sempre di più i giorni contati, ed ha sempre meno da offrire, bisogna dire che Gomorroide è tutto sommato un film divertente anche per le trovate “di contorno”, come le interviste alle persone di strada, decisamente realistiche nell’interpretazione e nel modo di esprimersi, e nella scelta di attori comprimari che accompagnano un trio capace di bucare lo schermo. 

 

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On