HAPPY HAPPY SUNDANCE

 

La commedia norvegese vince il premio come miglior straniero al Sundance

Si è chiuso domenica sera a Park City, nello Utah, il Sundance Film Festival, per chi non lo sapesse la rassegna di cinema indipendente più importante del mondo, fondata da Rober Redford nel 1981. Il Gran Premio Speciale della Giuria, quello più importante, è andato a Like Crazy di Drake Doremus, drammone sentimentale che parla dell’amore a distanza tra un uomo americano e una donna inglese.

Per i film stranieri si segnala invece Happy Happy, commedia norvegese di Anne Sewitsky, qui al suo esordio, che racconta la storia di una casalinga disperata nel nordeuropa, turbata da una vita sessuale insoddisfacente, che cade in tentazione con l’arrivo di una nuova coppia di vicini. Sesso, gelosie e tradimenti alla norvegese, sarebbe divertente vedere anche da noi la versione nordica di temi così “mediterranei”. Se avete voglia di dare un occhiata questo è il trailer, è in lingua originale  ma si capisce quasi tutto il senso del film.

Carlo Amatetti

Author: Carlo Amatetti

Carlo Amatetti è l'editore di Sagoma, casa editrice specializzata in comicità e humour. Combatte da sempre per l'idea che anche la comicità debba entrare a buon diritto nell'ambito della cultura. Sorprendendosi che si debba ancora farlo...

Share This Post On