I WANNA BE THE TESTIMONIAL

 

Come guardare il mondo da un oblò e vivere felici. O quasi.

Regia: Dado Martino Interpreti:  Dado Martino, Nino Formicola (Gaspare), Enrico Beruschi, Giorgio Ariani, Francesco Damiano. Genere: commedia. Durata: 95 min. Nazione, anno: ITA 2015. Uscita: 13 febbraio 2015.

maxresdefault
 

I WANNA BE THE TESTIMONIAL – SINOSSI E RECENSIONE

I WANNA BE THE TESTIMONIAL – SINOSSI

Timido, impacciato e ipocondriaco, Dado ha passato i trenta, vive in un centro di provincia e sogna il grande amore. Ma i rapporti con l’altro sesso non sono proprio semplici per lui che, sentimentalmente, è rimasto ai tempi delle elementari. Quando Katrina, una ragazza americana che cerca una stanza da affittare, entra nella sua vita, le cose sembrano cambiare. Ma sarà tutto così semplice?

I WANNA BE THE TESTIMONIAL – VI DICIAMO LA NOSTRA

Dado Martino, comico e cabarettista di formazione, ha messo anima e corpo in questo primo lungometraggio: è protagonista, autore di soggetto e sceneggiatura, montatore e regista. Inoltre ha anche battuto palmo a palmo l’Italia alla ricerca di finanziamenti, ringraziando nei titoli di coda tutte le persone che lo hanno aiutato a realizzare il suo sogno. Ecco, come dire… bastava meno! Se il paragone con il Pieraccioni prima maniera viene spontaneo, la pellicola non ha la carica di originalità che fu de Il Ciclone e neppure la fotografia iconica che rimandava a una Toscana sognata, qui scesa molto più terra-terra. E la storia è proprio un po’ stiracchiatina… Ma veniamo alle cose positive: prima di tutto le buone intenzioni, poi la scelta di un cast di sconosciuti accostati ad alcuni volti noti come Enrico Beruschi e Gaspare, oltre all’innegabile talento del protagonista. C’è da lavorare, e molto, ma con le giuste dritte, chissà che Martino non ci regali qualche sorpresa in futuro.

VUOI LEGGERE I MIGLIORI LIBRI SULLA COMICITÀ MONDIALE? VIENI SU WWW.LIBRIDIVERTENTI.IT.
Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On