IL RITORNO DI JERRY LEWIS

 

In realtà Jerry Lewis non se ne era mai “andato”. Il popolare comico e showman, classe 1926, negli ultimi 18 anni – insomma, dalla sua ultima comparsa in un film, Il commediante – non è stato fermo un attimo, sempre impegnato a Broadway o iniziative benefiche. Ma, diciamocelo, Jerry è il cinema. Ed è al cinema che doveva tornare. Così, a 87 anni, ha accettato di partecipare a Max Rose, dramma indie scritto e diretto da Daniel Noah.

Il film racconta la vicenda dell’anziano Max (Lewis) il quale, pochi giorni prima della morte della moglie, scopre una scioccante verità che lo porta a ritenere che il suo matrimonio sia stato tutto una fandonia. Max decide allora di intraprendere un viaggio esistenziale che lo porterà a rivivere e a reincontrare parte del suo passato. Il cast si annuncia molto interessante: oltre a Jerry Lewis vi reciteranno Claire Bloom, Kevin Pollak, Kerry Bishe e Mort Sahl, vecchio compagno di lavoro dello stesso Lewis ai tempi d’oro.

In Italia Jerry Lewis era tornato recentemente solo il “forma libraria” con la pubblicazione di “Dean & Me” (Sagoma Editore), suo tributo personale al grande amico e collega Dean Martin, con il quale aveva condiviso una burrascosa decade, stravolgendo il mondo dello spettacolo mondiale negli anni Cinquanta. Il film è stato subito accolto come “uno dei dieci libri imprescindibili sulla storia dello spettacolo USA”.

Author: Redazione

Share This Post On