IRRATIONAL MAN

 

IRRATIONAL MAN

Titolo: Irrational Man. Regia: Woody Allen. Interpreti: Jamie Blackley, Joaquin Phoenix, Parker Posey, Emma Stone, Meredith Hagner. Genere: commedia. Durata: 96 min. Nazione, anno: USA, 2015. Uscita: 16 dicembre 2015.

IRRATIONAL MAN – SINOSSI E RECENSIONE

IRRATIONAL MAN – SINOSSI

Abe Lucas (Joaquin Phoenix), professore di Filosofia, è emotivamente provato ed incapace di dare un significato alla sua vita. Poco dopo il suo arrivo come nuovo insegnante presso il college di una piccola città, Abe si ritrova coinvolto nella vita di due donne: Rita Richards (Parker Posey), professoressa solitaria che spera che lui la salvi dal suo matrimonio infelice, e Jill Pollard (Emma Stone), la sua migliore allieva che è anche la sua migliore amica (ma anche qualcosa di più). Il caso spariglia le carte quando Abe e Jill si trovano ad origliare la conversazione di un estraneo, rimanendone invischiati. Nel momento stesso in cui Abe decide di compiere una scelta delicata, torna nuovamente ad abbracciare la vita. Ma la sua decisione innesca una catena di eventi che influenzeranno la sua stessa vita e quelle di Jill e Rita per sempre.

Frame del film in cui viene mostrato il gusto per gli interni di Woody Allen

Nella foto, il gusto per gli interni di Woody Allen.

IRRATIONAL MAN – VI DICIAMO LA NOSTRA

Woody Allen tra filosofia e Dostoyevsky ci regala una nuova perla cinematografica con Irrational Man. Un professore di filosofia stanco della sua esistenza, una collega stanca del suo matrimonio infelice e una giovane studentessa pronta a ispirare il suo nuovo mentore. Questo il trittico di personaggi da cui parte la pellicola di Allen, impreziosita dalle splendide interpretazioni di Joaquin Phoenix (con panza alcolica) ed Emma Stone (con bellezza da musa). Il film si rifà molto a Match Point per tematiche ed evoluzione della trama e delle dinamiche, ciò nonostante Woody non è mai troppo ripetitivo o banale, facendoci capire come alla stessa domanda possa corrispondere una risposta differente in base a quando la si ponga. Opera che sancisce una nuova fase filosofica della carriera di Woody Allen e che rappresenta per noi un investimento del nostro tempo…. che verrà ripagato lautamente. Una commedia dark dalle poche risate e dai molti sorrisi. Ma un Woody Allen in discreto spolvero.

Riccardo Assi

Author: Riccardo Assi

Share This Post On