LA FESTA PRIMA DELLE FESTE

LA FESTA PRIMA DELLE FESTE

Regia: Josh Gordon, Will Speck. Con: Kate McKinnon, Olivia Munn, Jennifer Aniston, Jamie Chung, Jason Bateman, T.J. Miller, Abbey Lee, Courtney B. Vance, Matt Walsh, Jillian Bell, Rob Corddry, Randall Park, Oliver Cooper. Genere: Commedia.  Durata:  105 min. Nazione, anno:  USA. Uscita: 07 dicembre 2016.

LA FESTA PRIMA DELLE FESTE

LA FESTA PRIMA DELLE FESTE – SINOSSI
Quando l’amministratore delegato cerca di chiudere la filiale gestita dal fratello scapestrato, quest’ultimo, insieme al direttore del suo reparto tecnico, decide di radunare i colleghi ed organizzare un’epica festa di Natale nel tentativo di fare colpo su un potenziale cliente, e concludere così una vendita che potrebbe salvare i loro posti di lavoro.

A Natale siate più altruisti.

LA FESTA PRIMA DELLE FESTE – RECENSIONE
La festa selvaggia che racchiude un baccanale talmente sfrenato da far impallidire la mitologia classica è ormai un genere dai tempi di Animal House. Ogni volta che vediamo un film in cui i disastri dell’essere mentecatto hanno un ruolo da protagonista, l’unica domanda esistenziale che ci possiamo porre – ruttando col cervello – è: questo film sarà all’altezza dei vari Porky’s, Una notte da leoni o Project X?

La risposta è solo una: Sì!!!
Andate al cinema e ridete della stupidità umana e cercate in questo film l’ispirazione per sopravvivere alle misere feste aziendali pre-natalizie che iniziano con un trenino e si concludo, se va bene, fra le gambe di una collega.

 

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On