L’AMBRA JOVINELLI RIPARTE DA PROIETTI

 

Il 26 dicembre riapre finalmente lo storico teatro romano

L’Ambra Jovinelli riparte da zero. A due anni dalla sua chiusura, dovuta principalmente a problemi di tipo finanziario, riapre finalmente i suoi battenti. Il tempio del varietà italiano, gestito fino al 2008 da Serena Dandini, colei che lo aveva riportato alla ribalta dopo vent’anni di inattività, rinasce nuovamente con gli impresari Marco Balsamo, Gianmario Longoni e le Officine Culturali.

Lo stabile non perderà ovviamente la sua vocazione comica. In cartellone diciassette spettacoli che mescolano satira e impegno, firmati, tra gli altri, da Neri Marcoré ed Eugenio Allegri, Gigi Proietti, Andrea Rivera, Enrico Bertolino, Claudio Santamaria, Stefano Disegni e Alessandro Haber

Tra le questioni ancora aperte, quella riguardante la direzione artistica del teatro. Secondo indiscrezioni, tra i primi nomi in lizza comparirebbe quello del mattatore romano Gigi Proietti, per il quale è già certa una collaborazione teatrale come attore e regista. Top secret, invece, la sua candidatura per l’ambito ruolo. Tra i problemi più urgenti che Balsamo e Longoni dovranno affrontare, quello dei finanziamenti, praticamente assenti sia dal versante pubblico, che privato. Si punta tutto, dunque sugli sponsor, “Ne basterebbero anche dieci piccoli, perché qui si può andare avanti con trecento mila l’anno”, racconta uno degli impresari.

Il primo spettacolo in programmazione, che esordirà il 26 dicembre, è un atto unico del Grande De Filippo, Eduardo, Più Unico che Raro, con Rocco Papaleo e Giovanni Esposito. Non mancate!

 

Carlo Amatetti

Author: Carlo Amatetti

Carlo Amatetti è l'editore di Sagoma, casa editrice specializzata in comicità e humour. Combatte da sempre per l'idea che anche la comicità debba entrare a buon diritto nell'ambito della cultura. Sorprendendosi che si debba ancora farlo...

Share This Post On