LUI È TORNATO

 

LUI È TORNATO

Regia: David Wnendt Con: Oliver Masucci, Fabian Busch, Christoph Maria Herbst, Katja Riemann, Franziska Wulf. Genere: Comico Durata: 120 min. Nazione, anno: Germania 2016. Uscita: 26 aprile 2016.

LUI È TORNATO


LUI È TORNATO – SINOSSI
Estate. Giorni nostri. In una zona residenziale di Berlino Adolf Hitler si sveglia improvvisamente proprio nel luogo dove un tempo si trovava il suo bunker. Sono passati 70 anni dalla sua “scomparsa”. La guerra è finita, il suo partito non c’è più, la sua amata Eva non è lì per consolarlo e la società tedesca è completamente diversa da come la ricordava, tanto che anche i bambini che lo notano per primi si prendono gioco di lui. Lo riconosce però un reporter che lo filma e lo trova una perfetta imitazione dell’originale. Così, contro ogni probabilità, Adolf Hitler inizia una nuova carriera in televisione perché viene universalmente scambiato per un brillante comico, anche se lui è davvero chi sostiene di essere e le sue intenzioni non sono cambiate…

Lui-è-tornato (1)
LUI È TORNATO – RECENSIONE

Tratto dal libro di Timur Vermes Lui è tornato (Bompiani), il film, un capolavoro di satira, si pone un dubbio attualissimo: come gli attuali mezzi di comunicazione veicolerebbero il messaggio Nazista?

Il film apre a potenti, a tratti inquietanti, riflessioni sulla situazione politica attuale, sul potere dei media e sulla tendenza delle masse a farsi pilotare da figure carismatiche. Anche se Hitler viene scambiato e presentato come un comico, il suo messaggio non viene mai nascosto così come i suoi obiettivi.

Un film potente, divertente, su una contemporaneità che per migliorare ha bisogno di non dimenticare mai il valore della Memoria; ma anche della Satira.

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On