MARLON WAYANS SARA’ PRYOR

 

Ora è ufficiale: Marlon Wayans sarà il protagonista del biopic su Richard Pryor

“Se Bill Cosby è come Martin Luther King, Richard Pryor è Malcolm X.” Così il comedian di Peoria (vedi foto) viene descritto da Marlon Wayans, l’uomo scelto per rappresentarlo sul grande schermo in Richard Pryor: Is It Something I Said?

Le riprese partiranno quest’autunno, il film uscirà nelle sale nel 2011, e intanto il minore dei fratelli Wayans si dice eccitatissimo all’idea di vestire i panni di quello che negli Stati Uniti è considerato un Dio del palco, il più grande monologhista di tutti i tempi. Ma la scelta di un attore marchiato dalla comicità di livello basso degli Scary Movie e di White Chicks lascia un po’ freddini. Molti, compresi noi, avrebbero visto molto meglio Eddie Murphy nella parte, e non solo perché conosceva bene Pryor (avevano lavorato insieme in Harlem Nights) ma soprattutto perché è un attore meglio attrezzato per gestire una personalità così complessa e autodistruttiva come quella di Pryor. Basti pensare al drammatico e convincente ritratto del cantante in declino che ci aveva regalato in Dreamgirls (2006).

L’anno passato Eddie si era anche avvicinato al soggetto, per poi abbandonarlo per non meglio identificate “divergenze” con la produzione, e ora la palla è passata a Marlon. Che rimanda le accuse al mittente: “Io so di aver dimostrato a molti di poter dare molto di più, tutti quelli che non sono convinti dovranno aspettare di vedere il risultato finale prima di rendersene conto”.

 

Carlo Amatetti

Author: Carlo Amatetti

Carlo Amatetti è l'editore di Sagoma, casa editrice specializzata in comicità e humour. Combatte da sempre per l'idea che anche la comicità debba entrare a buon diritto nell'ambito della cultura. Sorprendendosi che si debba ancora farlo...

Share This Post On