IL CURIOSO CASO DI MEG RYAN

Meg Ryan di nuovo sotto ai riflettori. Non a Chi l’ha Visto, ma ai Tony Award. Una presenza che ha ricordato Benjamin Button: Meg è più giovane oggi che vent’anni fa.

Meg Ryan Tony Award

Meg Ryan fra cinquant’anni

Cosa avrà pensato la platea dei settantesimi Tony Award quando è apparsa Meg Ryan durante la cerimonia di premiazione alle migliori produzioni di Broadway? Ve lo diciamo noi! Meg è l’ennesima vittima della chirurgia estetica.

L’ex fidanzatina d’America fa ancora parlare di sé per la pesantezza dei “ritocchini” estetici. Non è rimasto nulla infatti della ragazzina acqua e sapone che aveva fatto sognare il pubblico con il film Harry ti Presento Sally. Zigomi rialzati, labbra carnose, nessun segno di vecchiaia: un terrificante cambiamento. Dopo anni di sedute dal chirurgo plastico, Meg ha insomma acquisito l’aspetto di una bambola gonfiabile, molto più adatta a un film horror che a una delle sue romantic comedy. Già durante la settimana della moda 2015 di Parigi, aveva fatto scalpore per la sua estrema magrezza e per la pesantezza degli interventi al viso. Ma sembra che nell’ultimo anno la situazione sia ancora peggiorata tanto che ai Tony Award è stata definita “irriconoscibile” da molti dei presenti.

Come se non bastasse la stessa attrice ha negato di essere ricorsa alla chirurgia plastica, anzi ha ammesso di amare la vecchiaia e di apprezzarsi sia per la persona che è diventata che per ciò che ha fatto nel corso della sua vita.

Molti pensano che questo suo atteggiamento sia dovuto alla parabola discendente della sua carriera che, dopo gli anni Novanta, ha iniziato un periodo in declino dal quale non si è sollevata. I film a cui a preso parte recentemente infatti sono stati un vero flop e i ruoli che ha interpretato non hanno più lasciato il segno come una volta. Sarà forse questa la causa dell’inizio della sua amicizia con il botox?

Questo nuovo look sarà il punto di partenza per il suo ritorno sotto i riflettori? Oppure è l’ennesima dimostrazione di quanto l’eccessivo utilizzo della chirurgia estetica possa rivelarsi distruttivo?
La risposta arriverà col tempo, ma nel caso di un film su Tutankhamon, avremmo un’idea per la parte della mummia.

 

Author: Redazione

Share This Post On