MICROBO & GASOLINA

 

MICROBO & GASOLINA

Regia: Michel Gondry Con: Ange Dargent, Théophile Baquet, Diane Besnier, Audrey Tautou, Vincent Lamoureux. Genere: Commedia Durata: 103 min. Nazione, anno: Francia 2016. Uscita: 5 maggio 2016.

MICROBO & GASOLINA

MICROBO & GASOLINA – SINOSSI

Microbo è un ragazzino timido, che si perde spesso nei suoi disegni. Gasolina è un ragazzo brillante e pieno di inventiva, che arriva a scuola a metà dell’anno scolastico. I due diventano subito grandi amici. Si avvicinano le vacanze estive e nessuno dei due ha voglia di passarle con la propria famiglia. Con il motore di un tosaerba e qualche asse di legno, si costruiscono la loro “automobile” e partono all’avventura sulle strade della Francia.

microbo e intestino

 

MICROBO & GASOLINA – RECENSIONE

Quando esce al cinema un film di Michel Gondry non c’è tanto da ragionare se il sia bello o brutto: i suoi film vanno visti per principio, poiché è uno dei pochi sperimentatori capaci di parlare a un grande pubblico.

Microbo & Gasolina è un leggero road movie di formazione, ma anche una poesia che racconta la lunga estate di due ragazzi fuori dagli schemi, che combattono l’omologazione, che subiscono ma deridono i coetani che si atteggiano a rapper per stare sul pezzo, e, udite – udite, detestano il digitale e adorano ciò che è meccanico. Il film omaggia i buddy-movie degli anni Ottanta e fa rivivere la voglia di scoprire quel modo di sentire la realtà euforicamente adolescenziale, che si respira in film come i Goonies, Stand by Me ed E.T.

Questo film ha le potenzialità per diventare il manifesto per tutti gli adolescenti che cercano una via di fuga alla “democratica” omologazione del Web 2.0.

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On