MR COBBLER E LA BOTTEGA MAGICA

 

MR COBBLER E LA BOTTEGA MAGICA

Regia: Thomas McCarthy. Con: Adam Sandler, Dan Stevens, Steve Buscemi, Dustin Hoffman, Ellen Barkin, Glenn Fleshler, Method Man. Genere: Commedia, Fantasy Durata: 99 min. Nazione, anno: USA 2016. Uscita: 21 luglio 2016.

MR COBBLER E LA BOTTEGA MAGICA

MR COBBLER E LA BOTTEGA MAGICA – SINOSSI
Mr Cobbler e la bottega magica è la storia di crescita di un uomo che, nonostante l’età adulta, capisce che non è mai troppo tardi per diventare quello che si desidera realmente. È una favola sulla famiglia, l’abilità creativa, la responsabilità sociale e sui superpoteri. Adam Sandler dà il volto a Max Simkin, calzolaio da generazioni nel negozio di proprietà della sua famiglia nella suggestiva cornice di Lower East Side a New York. Max sembra essere ad un punto morto della sua esistenza, quando, improvvisamente, arriva la svolta: l’uomo si imbatte per caso in un cimelio di famiglia dagli straordinari poteri magici. Si tratta di una macchina per riparare le suole che, per incanto, consente a Max di mettersi nei panni – o meglio, nelle scarpe – dei clienti quando indossa le loro calzature riparate. Si perderà nelle vite degli altri, incontrerà nuovi mondi e, quasi per magia, riuscirà a ritrovare se stesso.

Mr.-Cobbler-e-la-bottega-magica-1

Aò, mi nonno a casa ne ha una uguale della Singer

MR COBBLER E LA BOTTEGA MAGICA – RECENSIONE
In questo film che sembra uscito dal Festival del Cinema Trito e Ritrito, Adam Sandler prova a ridonare magia alla sua carriera in caduta libera interpretando il ruolo di uno che calza le scarpe altrui: infatti a causa di un incantesimo, se indossa le scarpe che i clienti gli portano a riparare, ha la possibilità di vivere la loro vita, prendendone le sembianze.

In un film che pecca di originalità, il protagonista che indossa le scarpe degli altri per diventare qualcun altro sembra una balorda ammissione a priori dell’incapacità di inventarsi una storia nuova. Ed è terribile scoprire che il regista è proprio quel Thomas McCarthy fresco vincitore di Oscar per miglior sceneggiatura originale con Il Caso Spotlight.

Mr Cobbler e la bottega magica sembra Cambia la tua vita con un click che ha come protagonista proprio un Adam Sendler in letargo dalla vita. Il film vorrebbe quasi sembrare una parabola Yiddish in stile Fratelli Coen, ma siamo ben lontani dalla profondità di racconto e sofisticatezza dei personaggi. Personaggi che non hanno spessore neanche quando arriva in scena un grande attore come Dustin Hoffman. Sandler non azzecca un film da tempo, le parti che dovrebbero essere comiche sono molto scontate, e non è bastato a Mc Charty inserire la magia nel film per farla ritrovare al sempre meno originale Adam.

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On