NATALE A LONDRA

NATALE A LONDRA – DIO SALVI LA REGINA

Regia: Volfango De Biasi. Con: Lillo, Greg, Nino Frassica, Paolo Ruffini. Uccio De Santis, Monica Lima, Enzo Iuppariello, Eleonora Giovanardi. Ninetto Davoli, Enrico Guarneri, Vincent Riotta. Genere: Commedia.  Durata: 90 min. Nazione, anno:  ITA, 2016. Uscita: 15 dicembre 2016.

NATALE A LONDRA – DIO SALVI LA REGINA

NATALE A LONDRA – DIO SALVI LA REGINA – SINOSSI
Siamo a Londra. Due fratelli pasticcioni alle prese con una bella chef stellata ed il suo toscanissimo sous chef, un piatto sopraffino e nientedimeno che la Regina d’Inghilterra. Gli ingredienti ci sono tutti per mettere a segno un colpo sensazionale: rapire i preziosissimi cani della Regina e travolgere Buckingham Palace.

NATALE A LONDRA – DIO SALVI LA REGINA – RECENSIONE
Da tifoso del Napoli soffro sempre a parlar male di un film di De Laurentis. Aggiungendo poi che il film include dei miti viventi come Lillo&Greg e Nino Frassica, il dolore si trasforma in strazio. Purtroppo la trama è elementare, le gag scontate, e a parte l’idea di virare un cinepanettone in un action movie, restano ancora troppe scorie commerciali per far decollare Natale a Londra – Dio salvi la Regina. Ad esempio sono presenti due romani, un fiorentino, un’emiliana, un barese, due siciliani, e due napoletani per attirare il pubblico delle aree geografiche di provenienza. Ma troppi personaggi sottraggono il ritmo a quello che dovrebbe essere un action movie. Se poi si aggiunge che fra gli attori c’è pure Paolo Ruffini, che proprio non si capisce perché venga considerato un comico, allora il disastro è assicurato. Speriamo solo per l’incasso, che magari l’anno prossimo il Napoli prende Pogba.

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On