NON SI RUBA A CASA DEI LADRI

NON SI RUBA A CASA DEI LADRI

Regia: Carlo Vanzina Con: Vincenzo Salemme, Massimo Ghini, Manuela Arcuri, Stefania Rocca, Maurizio Mattioli, Fabrizio Buompastore. Genere: Commedia  Durata:  93 min. Nazione, anno:  ITA 2016. Uscita: 3 novembre 2016.

NON SI RUBA A CASA DEI LADRI

NON SI RUBA A CASA DEI LADRI – SINOSSI
Antonio Russo, onesto cittadino che gestisce un’azienda nel napoletano, viene mandato in rovina da Simone, un politico ricco e disonesto. All’inizio pensa di gestire la situazione con diplomazia e di rivolgersi alla giustizia, ma sapendo che l’Italia è un Paese nel quale tutto va sempre per le lunghe, decide di farsi giustizia da solo. Dopo aver scoperto che il suo acerrimo nemico ha nascosto in una banca di Zurigo i soldi ricavati dai suoi imbrogli, con una piccola banda di persone truffate come lui decide di tentare il colpaccio e riprendersi i soldi.

nonsiruba_600


NON SI RUBA A CASA DEI LADRI – RECENSIONE
Novantatre minuti di divertenti imprevisti e scambi di persona che ricalcano la vecchia commedia all’italiana e riprendono in chiave comica temi attualissimi: Carlo Vanzina, a modo suo, omaggia grandi registi come Dino Risi e Ettore Scola, dando vita all’ennesima commedia che, tra qualche battuta di dubbio gusto e le immancabili donnine, mette simpaticamente in luce il marcio del Belpaese.

A rendere godibile il film sono, oltre alla sceneggiatura ben scritta e alla regia, anche lo spessore dei personaggi, che in questo caso risultano meglio definiti del solito e se sono stereotipati lo sono in modo “intelligente”, perché puntano a far emergere tutta la grettezza di un mondo degli affari e della politica dominato dal malaffare e dagli interessi privati. Buona anche la scelta del cast, con Massimo Ghini tracotante ma sofferente e Vincenzo Salemme che ribalta la maschera del napoletano, oltre a un ottimo Maurizio Mattioli.

 

Author: Laura Bosisio

Share This Post On