NOTTE AL MUSEO 3

 

Finale col botto per una Notte al Museo 3, perfettamente in linea con i suoi predecessori. Cioè antenati.

Regia di: Shawn Levy. Interpreti: Ben Stiller, Rebel Wilson, Robin Williams, Rami Malek, Owen Wilson, Dan Stevens, Dick Van Dyke, Ben Kingsley, Rachael Harris, Skyler Gisondo, Mizuo Peck, Mickey Rooney. Genere: commedia, avventura. Durata: 97 min. Nazione, anno: USA 2014. Uscita: 28 gennaio 2015.

web museo

 

NOTTE AL MUSEO 3 – IL SEGRETO DEL FARAONE – SINOSSI E RECENSIONE

NOTTE AL MUSEO 3 – IL SEGRETO DEL FARAONE – SINOSSI

Il potere magico della tavola di Ahkmenrah, la tavola del Faraone che dà vita di notte ai personaggi del museo, comincia a morire. Una strana muffa verde ha iniziato a ricoprirla e Larry deve intervenire per salvare la magia ed i suoi amici prima che sia troppo tardi. e così, per salvare baracca e burattini i protagonisti di una notte al museo attraversano l’Atlantico e da New York volano a Londra, al glorioso British Museum.

NOTTE AL MUSEO 3 – IL SEGRETO DEL FARAONE – VI DICIAMO LA NOSTRA

Il terzo episodio della saga, andata ben oltre alle più rosee aspettative di produttori e interpreti, vede fra le new entry un numero indecifrato di elefanti, il triceratopo (un dinosauro erbivoro e cornuto), tartarughe e guerrieri ninja e – of course – Sir Lancillotto interpretato da Dan Stevens, astro nascente d el cinema inglese lanciato da Downton Abbey.
Notte al Museo 3 chiude col botto la trilogia senza perdere un colpo: resta fedele ai personaggi ma al contempo riesce ad aggiungere nuovi protagonisti in linea con la saga; in più continua a saccheggiare con intelligenza fra personaggi storici noti a tutti i tipi di pubblico, tenendo sempre presente che se il museo di notte si anima è sempre solo grazie alla magia.
La sceneggiatura piace perché fra tanta storia riflette anche sul recente passato e sul futuro dell’America contemporanea: gli errori commessi da chi credeva di fare la Storia e invece ha creato tanti danni ai posteri o la necessità di iniziare a fidarsi degli altri.
Notte al Museo 3 diverte come il primo episodio e continua ad immergere lo spettatore in un mondo folle e incantato. Questa volta però dopo tante risate non può mancare una nota di malinconia con la dedica finale a Robin Williams (nei panni di Teddy Roosevelt) “per cui la magia non finirà mai”.

VUOI LEGGERE I MIGLIORI LIBRI SULLA COMICITÀ MONDIALE? VIENI SU WWW.LIBRIDIVERTENTI.IT.
Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On