OSCAR VS RAZZIE: L’IMPORTANTE È VINCERE

Assegnati i Razzie Awards per le peggiori performance nel cinema e gli omologhi “positivi”, gli Oscar, tra conferme, sorprese e redenzioni.

Sono due le statuette di cui gli appassionati di cinema attendono con ansia l’assegnazione. La prima è senza dubbio l’Oscar, l’omino dorato che popola i sogni di chiunque lavori nel mondo della celluloide, la seconda ne rappresenta l’incubo: un enorme lampone dorato che incarna la somma pernacchia, il Razzie Award, il premio assegnato ai peggiori film e alle peggiori interpretazioni a cui abbiamo avuto la sventura di assistere nell’ultimo anno.

Assegnati a ventiquattro ore di distanza, quest’anno i Razzie hanno visto spopolare uno dei peggiori film di sempre, Cinquanta Sfumature di Grigio. Un successo a trecentosessanta gradi, potremmo dire, visto che l’adattamento del best seller di E.L. James ha conquistato ben 5 premi, tutti i principali, insidiato solo da I Fantastici Quattro.

From Left to Right: Oscar® nominees Leonardo DiCaprio and Sylvester Stallone at the Oscar® Nominees Luncheon in Beverly Hills Monday, February 8, 2016. The 88th Oscars®, hosted by Chris Rock, will air on Sunday, February 28, live on ABC.

I vincitori – anche morali – di questa edizione, DiCaprio e Stallone.

Una nota di redenzione va al mitico Sylvester Stallone. L’attore più spernacchiato in assoluto, che ha collezionato negli anni ben 31 nomination e 10 premi, compreso quello di peggior attore del XX secolo, quest’anno si aggiudica il Razzie Redeemer Award per il suo Creed: grande!

Passando alla bright side of the moon, allo scintillante mondo dell’Academy, questa è stata senza dubbio l’edizione di Leo DiCaprio che, dopo tante occasioni perdute, può finalmente stringere tra le mani la statuetta. Meritatissima, e soprattutto salvifica, visto che non si sa come avrebbe reagito nel vedersela portare via un’altra volta… e dopo la performance con l’orso, probabilmente i giurati hanno voluto evitare problemi.

Due premi “pesanti” rispettivamente ad Alejandro González Iñárritu, sempre per The Revenant (miglior regia), e a Il caso Spotlight (miglior film); man bassa sugli Oscar tecnici per Mad Max: Fury Road, apoteosi del tamarro fatto pellicola, e grande commozione per il riconoscimento a Ennio Morricone per le musiche di The Hateful Eight, ultima fatica di Tarantino.

morricone_600x432

Ennio Morricone premiato da Quincy Jones.

Buona la performance di Chris Rock come presentatore della serata, che è riuscito a volare leggero sopra le polemiche “Oscar So White” della vigilia, quando una nutrita schiera di attori di colore avevano protestato per la mancanza di nomination ad afroamericani e avevano fatto appello proprio a Rock perché rinunciasse alla partecipazione. “Con tutta la disoccupazione che c’è direi che non è il caso di non andare a lavorare…”

 

Di seguito, un confronto tra i migliori e i peggiori:

Miglior film
Il caso Spotlight (Spotlight), regia di Tom McCarthy

Peggior film
I Fantastici Quattro
 / Cinquanta Sfumature di Grigio

Miglior regia
Alejandro González Iñárritu – Revenant – Redivivo (The Revenant)

Peggior regia
Josh Trank, I Fantastici Quattro

Miglior attore protagonista
Leonardo DiCaprio – Revenant – Redivivo (The Revenant)

Peggiore attore protagonista
Jamie Dornan, Cinquanta Sfumature di Grigio

Miglior attrice protagonista
Brie Larson – Room

Peggiore attrice protagonista
Dakota Johnson, Cinquanta Sfumature di Grigio

Miglior attore non protagonista
Mark Rylance – Il ponte delle spie (Bridge of Spies)

Peggiore attore non protagonista
Eddie Redmayne, Jupiter Ascending

Miglior attrice non protagonista
Alicia Vikander – The Danish Girl

Peggiore attrice non protagonista
Kayley Cuoco-Sweeting, Alvin & The Chipmunks: Road Chip [Voice] & The Wedding Ringer

Migliore sceneggiatura non originale
Charles Randolph e Adam McKay – La grande scommessa (The Big Short)

Peggior sceneggiatura non originale
Cinquanta Sfumature di Grigio, sceneggiatura di Kelly Marcel basata sul romanzo di E.L. James

 

 

PROMO-IN-CALCE-LIBRIDIVERTENTI

Author: Laura Bosisio

Share This Post On