PIERACCIONI PREFERISCE LE BIONDE

 

Il comico toscano ritenta il colpaccio portando nelle sale italiane il mito immortale di Marilyn.

Norma Jean Baker, in arte Marilyn Monroe, è viva e dorme a casa di Leonardo Pieraccioni. Il 18 dicembre la leggendaria attrice farà la sua “apparizione” nelle sale grazie al film Io e Marilyn.

Scritto da Giovanni Verone, distribuito da Medusa, il protagonista è Gualtiero (Pieraccioni), un manutentore di piscine dalla vita mesta e abbandonato dalla moglie, che prova a rievocare il sex symbol degli anni ’50 per mezzo di una seduta spiritica. L’insperato accade, e all’evento è presente anche la strambissima coppia gay interpretata da Luca Laurenti e dall’immancabile Massimo Ceccherini. Cameo gustoso di Francesco Guccini, nei panni dello psichiatra che visita Gualtiero, sempre più convinto di essere pazzo.

La somiglianza tra Suzie Kennedy e la vera Monroe è tale da aver permesso finalmente alla protagonista di incarnare quello che è sempre stato il suo mito. 

Carlo Amatetti

Author: Carlo Amatetti

Carlo Amatetti è l'editore di Sagoma, casa editrice specializzata in comicità e humour. Combatte da sempre per l'idea che anche la comicità debba entrare a buon diritto nell'ambito della cultura. Sorprendendosi che si debba ancora farlo...

Share This Post On