RAIMONDO SAVERIO

 

All’anagrafe: come sopra
Data di nascita: 20-01-1984
Luogo di nascita: Roma
Oggi: comedian, autore
Curiosità: A 18 anni si è presentato alla selezione di nuovi talenti a cura di Serena Dandini all’Ambra Jovinelli con un numero di strip al contrario, iniziando seminudo e finendo vestito.
La battuta: Ma i vegani la fanno la comunione? O solo se Gesù è caduto dalla croce?
Fa ridere perché:
Perché scarica la satira su se stesso senza peli sulla lingua, prende gli argomenti con il piglio surreale di Woody Allen ma con il cinismo dei Monty Python, conservandone il genio e inserendo ritmi comici perfetti. Sagoma Approved!

Biografia di Saverio Raimondo:

E’ stato definito “l’unico stand up comedian italiano che sembra vero” da Riccardo Staglianò su Repubblica.

Saverio rappresenta la nostra salvezza: è anche l’unico stand-up italiano che c’è rimasto. Dichiaratamente si ispira all’umorismo anglosassone, sia nello spirito irriverente che nella tradizione dello stand-up comedy, sfida l’assenza di senso dell’umorismo in Italia con monologhi esilaranti e paradossali dove la satira, genere di cui è un finissimo e profondo cultore, mira le sfere sessuali (“Io ero e resto fondamentalmente un romantico, un sentimentale: la prima cosa che guardo su YouPorn sono gli occhi”), intellettuali e anche personali. Se stesso infatti è il suo primo bersaglio. Gode di ottima salute e sta cominciando ad avere la popolarità nazionale dopo una gavetta di tutto rispetto. Giovanissimo, viene preso autore a Bra – Braccia rubate all’agricoltura (2002), poi è protagonista e autore assoluto del programma Raimondo-Visione (2007-2009), andato in onda quasi clandestinamente sul canale RED TV, ispirato senza vergogna al David Letterman Show, seguito, sempre su Red Tv, Abbasso Radio 2 – Il Contro-Fiorello (2009), durato una stagione. Debutta nella tv generalista nel 2010 con il programma Stiamo tutti bene (Rai 2), condotto da Belen: fra gli autori Stefano Disegni che prende Saverio nella redazione de Il misfatto, l’inserto satirico de Il fatto quotidiano, fino alla sua chiusura nel 2013. Nel 2012 è fra i protagonisti del programma Un due tre stella di Sabina Guzzanti, l’anno successivo viene adottato dalla sorella Caterina Guzzanti nel programma La prova dell’otto su MTV ed entra a far parte del cast di Glob su Rai 3 con i suoi editoriali satirici. Dal 2013, è autore degli inserti satirici de La gabbia, su La7.

Senza freni, alterna la televisione con il suo sito blog intitolato RaimondoShow (2008-2012) che produsse anche dei video, e la radio, circondando Radio Rai 2 con il programma Stand Up (2014). Saverio continua la sua principale attività di stand-up comedian nel locale Oppio Caffè di Roma, di cui è fondatore e direttore artistico dal 2012 del primo Comedy Club in Italia. La sua ispirazione potrebbe essere quella di fare un programma editoriale satirico come il Last Week Tonight with John Oliver (HBO), noi speriamo di vederlo distruggere la premiazione del David di Donatello presentando la serata. Tra i due estremi è arrivato il suo primo programma, CCN – Comedy Central News su Comedy Central, un TG satirico senza rete, una striscia satirica di 10 minuti che ha estasiato i suoi fan.

Share This Post On