VIANELLO RAIMONDO

 

Nome: Raimondo Vianello
Data di nascita: 07-05-1922
Data di morte: 15-04-2010
Luogo di nascita: Roma
Oggi: Deceduto (15/04/2010, Milano)
Curiosità: Nel 1996 è stato insignito del grado di Grand’Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

La battuta: Se mi guardo indietro non ho pentimenti. Mi risposerei anche. Con un’altra, naturalmente.

Fa ridere perché:

Il suo umorismo garbato e mai volgare è cresciuto con lui, appassionando più generazioni di telespettatori. E in una televisione in continuo cambiamento, quasi mai positivo, è stato un riferimento costante, unica certezza in un mondo instabile e frenetico.

Biografia di Raimondo Vianello:

Un vero gentleman: alto e magro, due occhi vispi e chiari, portamento signorile. Durante la Seconda Guerra Mondiale Raimondo Vianello è prigioniero nel campo di concentramento di Coltano insieme a Dario Fo e Walter Chiari, con il quale condividerà in seguito una fraterna amicizia. Laureato in giurisprendenza, sceglie lo spettacolo, coltivando un umorismo britannico. Fra le apparizioni nei teatri e su riviste come Cantachiaro, ha l’occasione di lavorare per il grande schermo insieme all’immenso Totò. I Due Orfanelli (1947) e Totò Sceicco (1950) sono per lui i primi di una serie infinita di titoli. Ma il suo humour garbato è più adatto al tubo catodico, e nel 1954 incontra il successo con Un Due Tre, a fianco dell’indimenticabile Ugo Tognazzi. Vianello e Tognazzi sono due mattatori: fanno ridere e pensare ma nel 1959 la trasmissione viene chiusa tra le polemiche in seguito a un’imitazione del presidente Gronchi. Lo stesso anno arriva il secondo incontro importante nella carriera e nella vita di Vianello: Sandra Mondaini, conosciuta nella trasmissione Il Tappabuchi di Corrado. I due sono perfetti. Leggera e svampita lei, cinico e marpione lui, conquistano il pubblico con Studio Uno (1964) e Sai Che ti Dico? (1972). Negli anni Ottanta la premiata ditta Sandra e Raimondo passa al Biscione, che li consacrerà alle nuove generazioni con i tormentoni di Casa Vianello (1988). Appassionato di calcio, nel ’91 Raimondo prende il comando di Pressing e porta l’ironia nel serioso mondo del pallone. Attivo fino all’ultimo, si spegne poco prima del suo ottantottesimo compleanno e con lui se ne va un’icona dell’umorismo da fascia protetta.

Filmografia Raimondo Vianello:

 

  • Sette volte sette (1968)
  • Granada addio! (1967)
  • Franco, Ciccio e le vedove allegre (1967)
  • Riderà (Cuore matto) (1967)
  • Il vostro superagente Flit (1967)
  • Ringo e Gringo contro tutti (1966)
  • Per qualche dollaro in meno (1966)
  • Dio, come ti amo! (1966)
  • Sette monaci d’oro (1966)
  • Veneri in collegio (1966)
  • Mi vedrai tornare (1966)
  • Gli eroi del West (1965)
  • I figli del leopardo (1965)
  • Letti sbagliati (1965)
  • Oggi, domani, dopodomani (1965)
  • Amore all’italiana (1965)
  • Spiaggia libera (1965)
  • Veneri al sole (1965)
  • Le motorizzate (1964)
  • I gemelli del Texas (1964)
  • Amore facile (1964)
  • I marziani hanno dodici mani (1964)
  • I maniaci (1964)
  • Le tardone (1964)
  • Follie d’estate (1963)
  • Gli imbroglioni (1963)
  • Queste pazze pazze donne (1963)
  • La donna degli altri è sempre più bella (1963)
  • Vino, whisky e acqua salata (1963)
  • Siamo tutti pomicioni (1963)
  • Due contro tutti (1962)
  • I tromboni di Fra Diavolo (1962)
  • I tre nemici (1962)
  • 5 marines per 100 ragazze (1962)
  • Totò diabolicus (1962)
  • Il giorno più corto (1962)
  • Una domenica d’estate (1962)
  • Il mantenuto (1961)
  • Maciste contro Ercole nella valle dei guai (1961)
  • La ragazza sotto il lenzuolo (1961)
  • I magnifici tre (1961)
  • Pugni pupe e marinai (1961)
  • Gerarchi si muore (1961)
  • Cacciatori di dote (1961)
  • La ragazza di mille mesi (1961)
  • Bellezze sulla spiaggia (1961)
  • Psycosissimo (1961)
  • Scandali al mare (1961)
  • Sua Eccellenza si fermò a mangiare (1961)
  • Gli incensurati (1961)
  • Ferragosto in bikini (1960)
  • Noi siamo due evasi (1960)
  • Il principe fusto (1960)
  • Il mio amico Jekyll (1960)
  • Caccia al marito (1960)
  • Le Olimpiadi dei mariti (1960)
  • Le ambiziose (1960)
  • Tu che ne dici? (1960)
  • A noi piace freddo…! (1960)
  • La duchessa di Santa Lucia (1959)
  • La cambiale (1959)
  • Guardatele ma non toccatele (1959)
  • Non perdiamo la testa (1959)
  • Il nemico di mia moglie (1959)
  • Marinai, donne e guai (1958)
  • Mia nonna poliziotto (1958)
  • La moglie è uguale per tutti (1955)
  • Assi alla ribalta (1954)
  • Ridere! Ridere! Ridere! (1954)
  • L’amore in città (1953)
  • Café Chantant (1953)
  • Noi due soli (1952)
  • Cinque poveri in automobile (1952)
  • Lo sai che i papaveri (1952)
  • Napoleone (1951)
  • Amor non ho… però… però (1951)
  • Totò sceicco (1950)
  • Fifa e arena (1948)
  • I due orfanelli (1947)
Carlo Amatetti

Author: Carlo Amatetti

Carlo Amatetti è l'editore di Sagoma, casa editrice specializzata in comicità e humour. Combatte da sempre per l'idea che anche la comicità debba entrare a buon diritto nell'ambito della cultura. Sorprendendosi che si debba ancora farlo...

Share This Post On