#SCRIVIMIANCORA

 

Ancora sul tema amicizia uomo-donna, ma Harry, ti presento Sally resta un traguardo irraggiungibile

Regia di: Christian Ditter. Interpreti: Lily Collins, Sam Claflin, Jaime Winstone.  Genere: commedia, sentimentale. Durata: 102 min. Nazione, anno: Germania e Regno Unito, 2014. Uscita: 30 ottobre 2014.

scrivimi ancora

#SCRIVIMIANCORA – SINOSSI E RECENSIONE

#SCRIVIMIANCORA – SINOSSI

Rosie e Alex (Lily Collins e Sam Claflin) si conoscono sin da bambini e sono perfetti l’uno per l’altra, ma gli scherzi del destino continuano a separarli. Divisi da un oceano, continueranno a inseguirsi per dodici anni… riusciranno l’amore e la cocciutaggine a trionfare?

#SCRIVIMIANCORA – VI DICIAMO LA NOSTRA

Confesso che volevo andare a vedere una altro film, ma grazie a un errore di programmazione mi sono dovuta arrangiare. E ok, ero un po’ prevenuta fin dall’inizio. Poi le due adolescenti sedute davanti a me, che strillavano a ogni primo piano di Sam Claflin, mi hanno decisamente scoraggiata (più che altro perché mi hanno fatto ricordare com’ero alla loro età…).

Ciononostante, ho passato 102 minuti piacevoli, anche se non memorabili. Perché la commedia parte bene, ha un buon ritmo, la descrizione degli anni dell’adolescenza è verosimile, con dialoghi scoppiettanti e situazioni piuttosto originali (siamo lontani anni luce da certe boiate sfornate in America), anche se la sceneggiatura tende a sfilacciarsi un po’ da metà film in poi. Tra i due protagonisti è indubbia una certa chimica, ma il personaggio di Claflin mi è sembrato un po’ sacrificato, il classico ragazzo caruccio un po’ nerd che poi sboccia di colpo grazie a un nuovo taglio di capelli, senza lavorare troppo sulla psicologia del personaggio (ma forse sono stati gli strilli continui delle due donzelle di cui sopra a distrarmi, non so). È pur vero che i peggiori rovesci di fortuna li subisce la graziosa Lily Collins, per cui il personaggio è un filino più sfaccettato: tra una corsa al pronto soccorso alla ricerca del preservativo perduto (e conseguente gravidanza indesiderata) e il presenziare al primo giorno di scuola della figlia ammanettata alla testata del letto, tra lutti e delusioni, è lei che ruba le situazioni più gustose del copione e ispira più simpatia. Sarà poi che è affiancata dalla spumeggiante Ruby (interpretata da Jaime Winston, già vista nel delizioso We Want Sex), l’amica che tutte dovremmo avere a fianco, mentre il povero Claflin non ha una spalla maschile a dargli una pacca sulla spalla ogni tanto, letterale o metaforica.

Insomma, ai due testoni ci vorranno dodici anni – separati da un oceano, tra lettere perdute e videochat foriere di brutte notizie – per capire che non possono vivere l’uno senza l’altra. Proprio come ai mitici Harry e Sally, creati dalla penna della buonanima di Nora Ephron e dalla regia di Rob Reiner. Ma le analogie con Harry, ti presento Sally… finiscono qui.

Una commedia garbata che piacerà soprattutto alle signorine, ma anche alle signore di tutte le età che ogni tanto hanno bisogno di un po’ di romanticismo quasi fantascientifico. Però non disperino quelle accompagnate dalla dolce metà: all’uscita dal cinema ho visto il mio vicino di posto comprare una rosa alla fidanzata, quindi forse c’è speranza per tutte di domare l’uomo di Neanderthal che avete accanto. Non si sa mai…

VUOI LEGGERE I MIGLIORI LIBRI SULLA COMICITÀ MONDIALE? VIENI SU WWW.LIBRIDIVERTENTI.IT.

Author: La Tradi

Share This Post On