STEVE MARTIN

 

Nome: Stephen Glenn
Data di nascita: 14-08-1945
Luogo di nascita: Waco, Texas
Oggi: Attore, scrittore, produttore cinematografico, presentatore
Curiosità: Amante del banjo, nel 2002 ha vinto un Grammy Award per la miglior performance in un pezzo country.

La battuta: La mia donna ideale è quella con la testa sulle spalle. Odio il collo

Fa ridere perché:
Perché in fondo tutti vorremmo vivere facendo i dementi e squarciando il velo delle cose serie allo stesso tempo.

Biografia:

Attore multietnico, vanta infatti origini irlandese, scozzese e inglese. Sembra bizzarro? Cosa vi aspettate da un attore che come incipit del film Lo Straccione offre una delle battute più spiazzanti nella storia del cinema: “Da bambino ero un povero negro”.

Nella vita reale invece da ragazzino lavora al Magic Shop di Disneyland dove sviluppa il suo talento per i giochi manuali e la magia. Si laurea in filosofia alla California State University di Long Beach, ma è l’amore a portarlo nello showbiz: a 22 anni, nell’anno di Nostro Signore delle Contestazioni 1967, conosce Mason Williams, l’autore principale dello show televisivo The Smothers Brothers Comedy Hour in cui la sua fidanzata lavorava come ballerina. Mason lo prende fra gli autori e il programma nel 1969 vince il premio Emmy. In poco tempo Steve si afferma come autore, ma inizia a comparire anche davanti alla telecamera, sui palcoscenici dei club e dei cabaret. Negli anni Settanta partecipa a numerosi show televisivi ed è questa la base del suo successo. Ed ovviamente non poteva che far parte del cast del nascente Saturday Night Live.
Diventa noto come comico buffo e demenziale. Dopo una parte nel film di ispirazione beatlsiana Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band, sfonda definitivamente nel 1979 con il capolavoro comico Lo Straccione. Lo vuole Kubrick per quello che qualche decennio dopo sarebbe diventato Eyes Wild Shut (chiaramente il progetto non è andato in porto). Negli anni Ottanta spacca con Ho Perso la Testa per un Cervello e La piccola Bottega degli Orrori e sfonda al botteghino insieme a John Candy in Un Biglietto in Due.
Nell’88 ha una svolta romantica con Roxanne, ma è all’inizio degli anni Novanta che la sua poesia surreale tocca il sublime con il meraviglioso Pazzi a Beverly Hills, film in cui pattina nei musei e parla con i cartelloni elettronici delle informazioni stradali. Ormai inizia a diventare un attore attempato, anche se di base ha sempre avuto l’aspetto di un giovane vecchio. È ormai maturo per Il Padre della Sposa, remake di una commedia anni Cinquanta in cui copre il ruolo che addirittura fu di Spencer Tracy. Negli anni Duemila ha l’onore di confrontarsi con un ruolo che prima di lui fu coperto da un altro mito hollywoodiano, Peter Seller. Steve infatti recita ne La Pantera Rosa e nel sequel La Pantera Rosa 2.

Filmografia:

  • La Pantera Rosa 2 (2009)
  • La pantera rosa (2006)
  • Shopgirl (2005)
  • Il ritorno della scatenata dozzina (2005)
  • Un ciclone in casa (2003)
  • Looney Tunes: Back in Action (2003)
  • Una scatenata dozzina (2003)
  • Novocaine (2001)
  • Il segreto di Joe Gould (2000)
  • Sperduti a Manhattan (1999)
  • Bowfinger (1999)
  • Fantasia 2000 (1999)
  • Guerra al virus (1993)
  • Moglie a sorpresa (1992)
  • Vendesi miracolo (1992)
  • Pazzi a Beverly Hills (1991)
  • Il padre della sposa (1991)
  • Grand Canyon – Il cuore della città (1991)
  • Parenti, amici e tanti guai (1989)
  • Roxanne (1987)
  • Un biglietto in due (1987)
  • Dinosauri a colazione (1985)
  • Anime gemelle (1984)
  • Ho sposato un fantasma (1984)
  • Un anno da leoni (2011)
  • È complicato (2009)
  • Baby Mama (2008)
  • Jiminy Glick in Lalawood (2004)
  • Il prigioniero (1997)
  • Sergente Bilko (1996)
  • Il padre della sposa 2 (1995)
  • Uno strano scherzo del destino (1994)
  • Agenzia salvagente (1994)
  • Il testimone più pazzo del mondo (1990)
  • Due figli di… (1988)
  • I tre amigos! (1986)
  • La piccola bottega degli orrori (1986)
  • Ho perso la testa per un cervello (1983)
  • Il mistero del cadavere scomparso (1982)
  • Spiccioli dal cielo (1981)
  • Tutti a Hollywood con i Muppet (The Muppet Movie) (1979)
  • Lo straccione (1979)
  • Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band (1978)

 

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On