TORNA IN SALA IL GRANDE DITTATORE

Il Grande Dittatore torna in sala l’11 gennaio: inserito nel progetto di distribuzione dei grandi classici Il Cinema Ritrovato, la Cineteca di Bologna porta in sala e contemporaneamente in DVD il capolavoro di Chaplin in lingua originale.

600 dittatoreCharles Chaplin nacque quattro giorni prima di Hitler (16 aprile vs 20 aprile 1889). E nel momento in cui Hitler dichiarò guerra al mondo, Chaplin rispose subito mettendo in chiaro con Il Grande Dittatore che Adolf di base era un folle egocentrico privo di poesia. La grandezza de Il Grande Dittatore e che fa di Chaplin un genio assoluto – è che mentre oggi tutti sappiamo chi fosse realmente Hitler, quando scoppiò la II Guerra Mondiale, la figura di Hitler non era ancora ben delineata: grazie alla sua sensibilità e acume, Chaplin rivelò in anteprima al mondo chi si nascondesse dietro a quei ridicoli baffetti a spazzolino.

È cosa nota che il 31 dicembre 2015 sono scaduti i diritti d’autore del Mein Kampf di Adolf Hitler e che a breve in Germania sarà possibile acquistare una riedizione critica dell’opera letteraria di uno dei più crudeli uomini di merda nella storia dell’umanità (Hitler se la gioca con Giuda, il generale Franco, Tamerlano e Pol Pot).
Quasi a voler continuare a marcare stretto Hitler, Chaplin ritorna nelle sale italiane l’11 gennaio con la sua parodia del Führer: Il Grande Dittatore sarà distribuito in una settantina di sale in versione restaurata e originale (e contemporaneamente in dvd) a 75 anni dalla sua prima uscita (New York, 15 ottobre 1940).

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On