TORNO DA MIA MADRE

 

TORNO DA MIA MADRE

Regia:  Eric Lavaine Con: Alexandra Lamy, Josiane Balasko, Mathilde Seigner. Genere: Commedia,  Durata:  91 min. Nazione, anno:  Francia 2016, Francia. Uscita: 25 agosto 2016.

TORNO DA MIA MADRE

TORNO DA MIA MADRE – SINOSSI
Stéphanie
ha 40 anni, è divorziata e ha perso il lavoro. Si trova così costretta a tornare a vivere da sua madre Jacqueline, che la accoglie a braccia aperte nel proprio appartamento. La convivenza non è facile e le strambe abitudini della madre si rivelano il pretesto per nascondere un piccante segreto. Quando tutti i fratelli si riuniscono per cena, ecco che la tavola imbandita si trasforma in un campo di battaglia dove invidie e regolamenti di conti trovano spazio tra i gustosi piatti preparati da Jacqueline. Benvenuti in un universo ad alto rischio: la famiglia!

 

mere-aveu-_02005

TORNO DA MIA MADRE – RECENSIONE

Torno da mia madre
ha come protagonista la generazione boomerang, quella che dopo essere scappata di casa piena di pretese e ambizioni, ritorna dai propri genitori a causa della crisi economica che ha tranciato le loro aspirazioni. Non a caso questo film parte dalla realtà per parlare della realtà. Un rapporto madre figlia, con la madre che sembra aver ritrovato l’adolescenza e la figlia appesantita dai problemi della vita. Problemi legati al lavoro, a una vita che a quaratant’anni stenta a decollare e a un senso di insoddisfazione che può essere letale. La realtà è anche occasione per mettere in scena con leggerezza situazioni comuni, come la trasmissione delle conoscenze digitali a dei genitori che non ne vogliono sapere e che sono già abbastanza fieri per l’aver capito come si sintonizza un televisore. Una commedia vera, divertente, da vedere.

 

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On