TUTTE LO VOGLIONO

 

Commediola senza pretese all’insegna dello spreco: di simpatia e di sceneggiatori. Da aspettare (senza patemi) al passaggio televisivo.

Titolo or.: Trainwreck Regia: Alessio Maria Federici. Interpreti: Enrico Brignano, Vanessa Incontrada, Giulio Berruti, Ilaria Spada, Gianna Paola Scaffidi. Genere: commedia. Durata: 85 min. Nazione, anno: ITA, 2015. Uscita: 17 settembre 2015.

TUTTE LO VOGLIONO – SINOSSI E RECENSIONE

TUTTE LO VOGLIONO – SINOSSI

Orazio (Enrico Brignano) è uno sciampista per cani romantico ormai abbonato all’astinenza sessuale. Chiara (Vanessa Incontrada) è una food designer anorgasmica alla disperata ricerca del raggiungimento dell’apice del piacere. Un giorno Francesca, altra anorgasmica che fa parte del gruppo di sostegno, rivela di aver superato il suo problema grazie a uno specialista. Così anche Chiara dedice di rivolgersi a lui, ma, a causa di un equivoco, la donna lo scambia per l’ignaro Orazio, ingaggiandolo come suo terapeuta personale.

TUTTE LO VOGLIONO – VI DICIAMO LA NOSTRA

Che mi assoldi a fare ‘na mezza dozzina di sceneggiatori se poi il risultato è la solita scialba commediola scontata e dai dialoghi zoppicanti? Il regista Alessio Maria Federici (che abbiamo già visto all’opera con Lezioni di Cioccolato 2 e Stai Lontana da Me) proprio non riesce a farsene nulla di un cast in teoria adatto alla bisogna, ma che viene lasciato in balia di dinamiche scontate e di una sceneggiatura degli equivoci banale e volgarotta. Vanessa Incontrada sembra quella più nella parte, ma rimane il dubbio se stia interpretando quella che si sente fuori posto o se si senta fuori posto davvero come attrice nel film.

Author: Redazione

Share This Post On