TUTTO QUELLO CHE VUOI

 

TUTTO QUELLO CHE VUOI

Regia: Francesco Bruni. Con: Giuliano Montaldo, Andrea Carpenzano, Donatella Finocchiaro, Emanuele Propizio, Antonio Gerardi, Raffaella Lebboroni, Arturo Bruni, Andrea Lehotska, Carolina Pavone. Genere: Drammatico, Commedia.  Durata: 106 min. Nazione, anno:  USA, 2017. Uscita: 4 maggio 2017.

TUTTO QUELLO CHE VUOI

TUTTO QUELLO CHE VUOI – SINOSSI
Alessandro (Andrea Carpenzano) è un ventiduenne trasteverino ignorante e turbolento; Giorgio (Giuliano Montaldo) un ottantacinquenne poeta dimenticato. I due vivono a pochi passi l’uno dall’altro, ma non si sono mai incontrati, finché Alessandro accetta malvolentieri un lavoro come accompagnatore di quell’elegante signore in passeggiate pomeridiane. Col passare dei giorni dalla mente un po’ smarrita dell’anziano poeta, e dai suoi versi, affiora progressivamente un ricordo del suo passato remoto: indizi di una vera e propria caccia al tesoro. Seguendoli, Alessandro si avventurerà insieme a Giorgio in un viaggio alla scoperta di quella ricchezza nascosta, e di quella celata nel suo stesso cuore.

 

 

TUTTO QUELLO CHE VUOI – RECENSIONE
Film che nasce da un vissuto famigliare del regista Francesco Bruni, è intriso di quella amara verità che si respira quando si è a contatto con una persona affetta dal morbo di Alzheimer. Ciò si percepisce dalla attenta sceneggiatura, dalle battute mai retoriche e dalla totale assenza di sentimentalismo.

Un film poetico e toccante, divertente come le battute fuori luogo che spesso sentiamo dagli anziani ammalati o, umanissimo contrasto, dai bambini. Perché fra una vita che fiorisce ed una che va finire non è detto che il fiore della bellezza inaridisca con la vecchiaia.

 

 

 

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On