TUTTO TUTTO NIENTE NIENTE

 

Albanese si fa in tre triplicando (magistralmente) più l’angoscia che le risate

Protagonisti: Antonio Albanese, Fabrizio Bentivoglio, Paolo Villaggio
Regia: Giulio Manfredonia
Genere: Commedia
Produzione: Fandango e Rai Cinema
Anno: 2012
Nazione: Italia
Uscita: 13-12-2012
Sito Ufficiale: Partito Du Pilu

TUTTO TUTTO NIENTE NIENTE – SINOSSI:

Cetto La Qualunque e il suo consiglio comunale vengono arrestati, ma in carcere l’ex sindaco non fa nomi guadagnandosi così la riconoscenza del potente Sottosegretario. Questi decide di sostituire alcuni parlamentari misteriosamente uccisi proprio con Cetto e altri due personaggi: il secessionista Rodolfo Favaretto e il borderline Frengo Stoppato. I tre finiscono per combinare disastri su disastri e il Sottosegretario comincia a ricredersi…

TUTTO TUTTO NIENTE NIENTE – VI DICIAMO LA NOSTRA:

Antonio Albanese è uno degli attori comici più talentuosi in circolazione. Ma non è artista che ama la strada facile. Come in Qualunquemente, anche in questa seconda pellicola, giustamente definita dallo stesso protagonista “drammatica e horror”, il sorriso stenta ad aprirsi in riso e rimane bloccato in una sorta di paresi d’orrore di fronte alla drammatica verosimiglianza delle vicende narrate. Il panorama politico italiano sembra tuttavia inarrivabile quanto a potenziale grottesco e il buon Albanese sconta questa surreale inferiorità offrendo un “prodotto” meno vero del vero, meno orrendo dell’orrido. Un film che parte apparentemente per far ridere, si ferma per far riflettere e ti lascia per strada, sgomento e spossato. Promosso a pieni voti in sociologia, da rivedere in termini di puro potenziale comico. Comunque da vedere.

Author: Redazione

Share This Post On

Trackbacks/Pingbacks

  1. ALBANESE ANTONIO - Sagoma Comedy - […] lui Albanese dirà: “Di questi tempi sembra un moderato”. Esperienza che ripeterà nel 2012 con Tutto Tutto Niente Niente.…
  2. PAOLO VILLAGGIO - COMICI-PEDIA - Sagoma Comedy - […] Tutto tutto niente niente (2012) […]