UN RE ALLO SBANDO

 

UN RE ALLO SBANDO

Regia: Peter Brosens, Jessica Woodworth. Con: Peter Van den Begin, Lucie Debay, Titus De Voogdt, Bruno Georis, Pieter van der Houwen. Genere: Commedia.  Durata: 94 min. Nazione, anno:  Belgio, Olanda, Bulgaria, 2016. Uscita: 09 febbraio 2017.

UN RE ALLO SBANDO

UN RE ALLO SBANDO – SINOSSI
Re Nicolas III è una persona sola, che ha la netta sensazione di vivere una vita non sua. Insieme a un regista inglese, Duncan Lloyd, incaricato dal Palazzo di ravvivare l’alquanto ingrigita immagine della monarchia, parte per una visita di Stato a Istanbul. Proprio nel mezzo del soggiorno in Turchia arriva la notizia che la Vallonia, la parte meridionale del Belgio, ha dichiarato l’indipendenza. Il re non si perde d’animo e decide di rientrare immediatamente in patria per salvare il proprio regno. Le cose non andranno come desiderato e il re dovrà intraprendere un picaresco viaggio a zonzo per l’Europa.

UN RE ALLO SBANDO – RECENSIONE
Com’è il mondo di un monarca? Di un Carlo d’Inghilterra o di un qualsiasi altro regnante? Agli occhi dei bravissimi registi di questo film presentato al Festival di Venezia è un mondo umano, fatto anche di solitudine. Un Re allo Sbando unisce il mockumentary alla commedia pazza, riuscendo a fondere il grottesco con una profonda umanità. Visto il successo di Dio esiste e vive a Bruxelles dello scorso anno, verrebbe da pensare che il cinema surreale belga stia diventando quasi una corrente, alla pari del Surrealismo di Renè Magritte nel Novecento.  In attesa di prove future godiamoci pure questo film.

Raffaele Palumbo

Author: Raffaele Palumbo

Figlio non riconosciuto di Virginia Woolfe e Irvine Welsh, fu concepito nella peggiore toilette della Scozia la notte in cui il Muro di Berlino cadde nel Cielo Sopra Berlino. Ama scippare alle poste, fare l'aperivita fra Corso Como 10 e il Frida, trollare sul web. Dopo aver donato il fegato ai peggiori bar di Caracas si è laureato in Lettere Moderne all'Università Federico II di Kagoshima corrompendo tutti i prof. col frutto dei suoi scippi. Nella vita si occupa di tecnologia e umorismo. È bipolare. Non vede i refuusi.

Share This Post On