UNA RAGAZZA A LAS VEGAS

 

Una storia vera e un cast all star in mano a un Stephen Frears un po’ spompato.

Titolo or.: Lay The Favorite
Protagonisti:
 Bruce Willis, Catherine Zeta-Jones, Rebecca Hall, Vince Vaughn, Joshua Jackson
Regia:  Stephen Frears
Genere: commedia sentimentale
Anno: 2013
Nazione: USA
Uscita: 13-06-2013

UNA RAGAZZA A LAS VEGAS – SINOSSI E RECENSIONE

UNA RAGAZZA A LAS VEGAS – SINOSSI

Beth è un’onesta spogliarellista a domicilio di Tallassee, cittadina di provincia americana. Un’esperienza diciamo poco edificante la induce a trasferirsi a Las Vegas, pronta a qualsiasi lavoro pur di cambiare. Lo troverà inaspettatamente grazie alle sue doti di memorizzazione dei numeri, e glielo offrirà Dink, il proprietario di una società che si occupa di scommesse legali. Dovrà però vedersela con la gelosia della moglie Tulip.

UNA RAGAZZA A LAS VEGAS – VI DICIAMO LA NOSTRA

Stephen Frears, per chi lo volesse ricordare, è il regista di piccoli grandi film come Le Relazioni Pericolose, Eroe per Caso, Alta Fedeltà o The Queen.  Ebbene il suo ultimo film è ben poca cosa in confronto. Adattamento di un’autobiografia di una certa Beth Raymer, Frears appare decisamente disorientato. Impossibilitato a cogliere gli anfratti più nascosti delle psicologie dei propri personaggi, porta avanti il tutto con scafata professionalità e modesto entusiasmo.

Nè, d’altra parte, la carta del “giocarsi tutto sul cast” appare spendibilissima, dal momento che i pezzi forti sono costretti o all’understatement (Bruce Willis) o all’anonimato (Zeta-Jones), mentre lo script punta tutto sul ruolo in mano alla ancor gracile Rebecca Hall, brava ma non memorabile.

Il film rimane una commedia di genere mediocre, che Frears poteva sereamente risparmiarsi. E noi con lui.

Author: Redazione

Share This Post On