ZOMBIE-BEATLES: FAMA E FAME

 

I Fab Four al centro in una horror-comedy con Jagger cacciatore di non-morti

Ma Paul McCartney è davvero morto? Sì, anzi tutti i Beatles lo sono, ma poi sono rinati… zombie. Se tutto va bene prima o poi assisteremo alla trasposizione cinematografica di Paul Is Undead: the British Zombie Invasion, la graphic novel di Alan Goldsher con i quattro di Liverpool in versione non-morta che si nutrono di cervelli umani. 

Il libro illustrato fa parte di quel filone horror mashup, di parodie horror iniziate da SetGrahameSmith con Orgoglio, Pregiudizio e Zombie (che diventerà a sua volta un lungometraggio) e altri ameni titoli che su questa falsariga includono Sense and Sensibility and Sea Monsters e Abraham Lincoln: Vampire Hunter (altro adattamento in fieri per mano di Tim Burton). Questa la trama: John Lennon in modalità morto vivente uccide e poi “risveglia” Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr. I Fab ‘Undead’ Four sono affamati e iniziano a cibarsi dei loro fan, ma sulle loro tracce c’è un agguerrito Mick Jagger, il più grande cacciatore di zombie del Regno Unito, e una super Yoko Ono ninja style

I diritti della zombie-fiction sono stati acquisiti dalla casa di produzione Double Feature di Michael Shamberg e Stacey Sher, i produttori di Pulp Fiction (mica dei morti di sonno) e il casting sarebbe imminente. Un film con un intreccio talmente trash non potrà che essere un successone. O fare incetta di Razzie Awards.

Carlo Amatetti

Author: Carlo Amatetti

Carlo Amatetti è l'editore di Sagoma, casa editrice specializzata in comicità e humour. Combatte da sempre per l'idea che anche la comicità debba entrare a buon diritto nell'ambito della cultura. Sorprendendosi che si debba ancora farlo...

Share This Post On