W.C. Fields (1880 – 1946), è stato uno dei più amati e al contempo “odiati” comici del suo tempo: bizzarro e cinico, ha portato sulle scene e sullo schermo il suo personaggio di misogino tracagnotto dal naso sempre rosso, alcolizzato e sboccato. In occasione della campagna presidenziale del 1940 Fields pubblicò un libello, Fields for President, sotto forma di raccolta di discorsi elettorali. Nel dubbio se si trattasse o meno di qualcosa di serio, vendette pochissimo…