ADDIO A UN GRANDE SCRITTORE

Vincenzo Cerami si è spento oggi a 72 anni dopo una lunga malattia. Scrittore, sceneggiatore, drammaturgo e paroliere, è stato candidato all’Oscar nel 1999 insieme a Roberto Benigni per La Vita È Bella e ha firmato pellicole memorabili, che spaziano dall’impegno alla comicità, dimostrando un eclettismo e una capacità di leggere e interpretare la realtà fuori della norma.

L’esordio nel mondo del cinema avviene con il “regista impegnato” per eccellenza, Pier Paolo Pasolini: è aiuto regista in Comizi d’Amore, Uccellacci e Uccellini e in Le Streghe, episodio del film La Terra Vista dalla Luna. In seguito affianca l’attività di sceneggiatore a quella di scrittore: dal suo Un Borghese Piccolo Piccolo trarrà il plot del memorabile film di Monicelli con Alberto Sordi. Ma nelle sue corde non ci sono solo film drammatici – che scrive, tra gli altri, per Bellocchio, Scola, Amelio – ma anche commedie che diventano subito classici, in particolare quelle scritte insieme a Roberto Benigni – da Il Piccolo Diavolo a La Tigre e la Neve –, Antonio Albanese e Giovanni Veronesi. Ultima in ordine di tempo, la commedia scritta insieme al figlio Matteo e ispirata a Casotto, di Sergio Citti (1977), Tutti al Mare.

Negli ultimi anni si era impegnato perché la cultura venisse promossa e tutelata nel nostro Paese e contro i tagli ai finanziamenti e aveva ricoperto la carica di Assessore alla Cultura del comune di Spoleto. Il suo talento e la sua delicatezza nel descrivere le manie e le debolezze dell’animo umano ci mancheranno. Ciao Vincenzo!

Author: Redazione

Share This Post On