BISIO LASCIA ZELIG

Claudio Bisio e Paola Cartellesi non saranno nella nuova stagione di Zelig

Di certo la domanda se la staranno ponendo in molti: che ne sarà di Zelig senza Claudio Bisio? Il comico e conduttore del programma di cabaret più popolare di sempre, era uno dei (pochi) buoni motivi per continuare a seguire il format e le sue proposte il più delle volte stantie.

Ma ora, dopo ben 15 anni di conduzione, Bisio molla il colpo, trascinando con sè la Paola Cortellesi avuta al suo fianco nelle ultime 27 puntate. Le ragioni dell’addio? Una comprensibile voglia di rinnovamento: “Faccio l’attore da circa trent’anni, quindi Zelig è, in termini numerici, metà della mia vita professionale, in termini artistici è molto di più. Con Zelig ho imparato un mestiere nuovo e insieme a Gino Michele e Giancarlo forse lo abbiamo addirittura inventato: è un bell’ibrido a cui sta stretta la definizione di conduttore, come quella di spalla e pure quella di showman, ma è tutte queste cose insieme più qualcos’altro. Bene, ora dopo tutti questi anni sento il bisogno di prendere una pausa, ricaricare le pile, studiare, sperimentare (fossi un docente invocherei il diritto all’anno sabbatico). Avrei voglia di potermi concentrare un po’ più sul cinema. Mi manca il teatro, il luogo in cui sono (artisticamente) nato e che negli ultimi anni ho potuto frequentare poco. Vorrei tornare a fare il comico, come ho fatto per anni in un locale milanese chiamato Zelig da cui è nato tutto, anche la voglia di portare il cabaret in televisione“.

Il nome di chi prenderà il suo ingombrante posto, ancora non è noto, ma stando a quanto dichiarato da Gino & Michele – padri fondatori del programma – ci sarà una rivoluzione nei personaggi e nella location, che torna alle strutture circensi. Vedremo se sapranno reggere il colpo o no.

Author: Carlo Amatetti

Carlo Amatetti è l'editore di Sagoma, casa editrice specializzata in comicità e humour. Combatte da sempre per l'idea che anche la comicità debba entrare a buon diritto nell'ambito della cultura. Sorprendendosi che si debba ancora farlo...

Share This Post On