STEFANO BENNI SI FA TEATRO

Uno spettacolo esilarante tratto dai testi di Stefano Benni. Sul palco quattro attori, dalle straordinarie doti istrioniche, vengono accompagnati dalla Microband, un duo comico musicale tra i più apprezzati a livello mondiale.

Benni Suite nasce dal lavoro iniziato da Tieffe (nella stagione Vado al MIL 2012) con gli spettacoli La Misteriosa scomparsa di W e Jack – la storia di Jack Manosola e altri blues, due testi di Benni nati per il teatro. Ma la comicità paradossale di questo autore ci ha conquistato a tal punto da voler approfondire il lavoro traendo spunto dall’intera opera di Benni – o quasi – per costruire un unico spettacolo, omaggio ai suoi trentacinque anni di parole sempre al limite del paradosso.

In Benni Suite, libero esercizio della fantasia, tutto succede e succederà proprio come nei suoi romanzi e nel suo teatro, senza apparenti limiti logici, senza le barriere del perbenismo formale. Può capitare che Onehand Jack incontri la signorina Vu per un “tango verticale”, o che Lupetto Saltatempo ci faccia viaggiare nel futuro con il suo “orobilogio”. In scena quattro personaggi e due musicisti stralunati come la Microband – i Fratelli Marx della comicità musicale.  Parole, musica e canzoni originali per esplorare il pianeta Benni ed iscriverci a pieno titolo tra le voci della Bennilogia, l’enciclopedia permanente curata quotidianamente dagli appassionati lettori del padre della Luisona.Emilio Russo

Tra personaggi improbabili dai nomi pasticciati, il paradossale la fa da padrone. E non solo a livello narrativo, per l’esito bizzarro di ogni vicenda, ma soprattutto sul piano stilistico e poetico. Il discorso si libera di ogni oggettività e, paradossalmente, è proprio per tale via che si avvicina al vero. Perché, tra una risata e l’altra, si parla di miseria, di solitudine, di disperati. E nessuno lo direbbe: si esce dal teatro con l’impressione di aver sentito una favola. Uno spettacolo curatissimo dal punto di vista formale della recitazione: caratterizzazioni di personaggi e ritmi serrati, che non danno tregua allo spettatore e lo incatenano in una serie di trovate narrative e linguistiche esilaranti. Riuscito l’esperimento di contaminazione tra teatro e musica: l’obiettivo già da tempo portato avanti da Emilio Russo viene centrato, declinato stavolta come dialogo tra voce e contrabbasso.

Tieffe Teatro Menotti – via Ciro Menotti 11 – Milano

Orari spettacolo: martedì, giovedì, venerdì e sabato ore 21.00 – mercoledì ore 19.30 – domenica ore 17.00 Orari biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00 – sabato dalle 16.00 alle 19.00

BIGLIETTERIA

Tieffe Teatro Menotti, via Ciro Menotti 11 – Milano tel. 02 36592544 – biglietteria@tieffeteatro.it www.tieffeteatro.it

PREZZI

Intero: 24,00€*
Ridotto convenzioni: 18,00€*
Ridotto under/over: 12,00€ *

Author: Redazione

Share This Post On